www.mandalaraccontidiviaggio.com

Viaggi nell’anima e nel mondo

La Thailandia non è solo mare ma anche viaggi avventura

I mesi invernali possono rappresentare il periodo migliore per un viaggio stile avventura nel cuore della Thailandia. Ci aiuta il clima più mite (anche decisamente fresco, nelle montagne del nord) e soprattutto più secco che nel periodo dei monsoni.

Naturalmente, il trekking è il modo migliore per visitare la Thailandia dei parchi e delle foreste. Tra questi, il Parco nazionale di Khao Yai è certamente il parco nazionale tailandese che dà maggiori emozioni. Il territorio è fantastico, tanto da essere dichiarato “parco” fin dal 1962, proprio per preservare questo gioiello.

Altro parco nazionale degno di nota è quello di Khao Sok, che, a differenza del primo, è situato a sud del Paese. Qui, la giungla è inframezzata da strapiombi calcarei e da torri della stessa roccia. Questi boschi tropicali sono l’habitat del fiore gigante leggendario, il parassita Rafflesia. Sono presenti molte specie animali, a partire dalla tigre. Il trekking può essere effettuato anche a dorso di un mite elefante asiatico, ma è possibile anche praticare il rafting in uno dei fiumi impetuosi.

In generale, però, l’area più consigliata per il trekking avventura è il nord. Qui, da Chiang Mai e Chiang Rai partono molte escursioni con guida oppure si può pianificare un giro di 2-3 giorni anche da soli, ma in questo caso, occorre essere sicuri di acquisire tutte le informazioni necessarie e non trascurare nessun particolare.

Tra le escursioni più celebri c’è il giro del mitico Triangolo d’Oro, che deve il nome al fatto che è il territorio posto al confine tra Thailandia, Cambogia e Laos, e per via della storica presenza della coltivazione dell’oppio che, fino a qualche anno fa, era la vera base dell’economia rurale fornendo la materia prima per i traffici di droga di tutto il mondo. Il trekking può comprendere la navigazione in barcone del fiume Mekong e poi proseguire per i numerosi villaggi di contadini ancora legati alle culture tradizionali.

Altra meta del nord è il parco degli elefanti che comprende la clinica dei pachidermi che hanno lavorato nelle foreste con i loro padroni o che sono stati impiegati nei trekking, un vero spettacolo vivere a fianco degli elefanti tutto il giorno.

Altro territorio famoso per le escursioni avventurose è il Doi Inthanon National Park, sul Doi Inthanon, la montagna più alta della Thailandia, famoso anche per le sue cascate come le cascate Siribhume, Sirithan e soprattutto la Wachirathan, alta 80 metri.