www.mandalaraccontidiviaggio.com

Viaggi nell’anima e nel mondo

I miei Mandala esposti a Shanghai!

Le soprese non finiscono mai e,dopo essere stata invitata ad esporre i miei Mandala a New York, mi arriva un invito da Shanghai per presentare i miei quadri ad una Esposizione Mondiale che si tiene  presso la Shanghai Library e, naturalmente, accetto!!

La Library, Biblioteca Nazionale, è al terzo posto delle biblioteche più grandi al mondo e ha ereditato le collezioni personali degli Imperatori sin dalla dinastia Song (1127-1279) e  moltissime collezioni private di “celebrità” della dinastia Ming e Qing. 

Mogli e concubine

di Tong Su

Romanzo che ha ispirato il film Lanterne Rosse, racconta che in una Cina immersa nel medioevo, la giovane Songlian accetta di diventare quarta sposa e concubina del ricco Chen per uscire dalla poverta. Il marito ha il diritto di scegliere ogni sera la donna con cui passera la notte mettendo una lanterna rossa davanti alla sua residenza. L'unica che ha il coraggio e gli strumenti culturali per ribellarsi e Songlian.

Lanterne rosse è un film del 1991 diretto da Zhāng Yìmóu, basato sul romanzo Mogli e concubine di Su Tong. Con questa opera la Cina si affaccia alla ribalta cinematografica.

Zhang Yimou ci introduce con passi felpati attraverso le gelide stanze di un palazzo nobiliare del 1920, in Cina del Nord, nel 1920 periodo dei sognori dell guerra. Dopo la morte del padre, la giovanissima studentessa universitaria Songlian decide di sposare Chen Zuoqin, maturo discendente di una anticadinastia, per contrasti insanabili con la matrigna. Lui ha già tre mogli  e tutte aspettano che davanti alla loro porta vengano appese le lanterne rosse, che stanno a significare che il marito passerà la notte con loro e che potranno disporre di certi privilegi per il giorno in corso e per quello successivo, fino a che le lanterne non si accenderanno di nuovo.

 

 

 

E' un film wuxia del 2004 diretto da Zhang Yimou.

Il Wǔxiá  letteralmente "eroe marziale", è un ampio genere letterario cinese moderno nato all'inizio del XX secolo che racconta le avventure di eroi marziali della tradizione cinese. Nonostante formalmente il genere wuxia sia moderno, il termine è stato retroattivamente applicato anche alla tradizione narrativa precedente da cui discende e che risale fino al periodo degli stati combattenti. Sebbene sia tradizionalmente una forma letteraria, la sua popolarità si è diffusa in altre forme artistiche come l'opera cinese, i manhua, film, serie televisive e videogiochi. È un componente della cultura popolare cinese in molte comunità di lingua cinese in tutto il mondo.

Gli eroi dei racconti wuxia non servono un signore, o un'autorità militare, né appartengono alla classe aristocratica ma spesso  alle classi sociali inferiori. Di solito legati a un codice cavalleresco che richiede loro di mettere riparo ai i torti, combattere per la giustizia, eliminare gli oppressori e vendicare i crimini passati.

La foresta dei pugnali volanti è ambientato nell'anno 859; durante la dinastia Tang, in Cina, si forma un'organizzazione di ribelli, conosciuta come l'alleanza dei Pugnali Volanti. E' composta da rivoluzionari, abili guerrieri ed assassini, che si oppongono all'imperatore, ritenuto per la sua inettitudine colpevole della decadenza e della corruzione che attanaglia il paese. Questi ribelli, che rubano ai ricchi per dare ai poveri, ottengono sempre più il favore da parte del popolo. Si sospetta che Mei, una danzatrice cieca da poco giunta in una casa di piacere detta Padiglione delle Peonie e straordinariamente esperta nelle arti marziali, possa essere la figlia scomparsa del capo di questa setta. Così viene arrestata ed imprigionata dai soldati dell'imperatore...

Lascio Shanghai, totalmente rinnovata e modernamente luminosa e appariscente, per ritrovarmi, a solo 100 km di distanza, in un altro mondo…la Cina che avevo in testa io dopo aver letto La manica tagliata, una raccolta di storie d’amore della Cina Antica.

La manica tagliata

di Ameng Di Wu

 "Una volta riposava - era giorno - ed era adagiato su un lato, sulla manica della veste del sovrano. Questi voleva alzarsi, ma Xian non si era ancora svegliato. Allora, non volendo scuoterlo, l'imperatore tagliò la manica e quindi si alzò: a tal punto arrivava il suo amore!". Da questo episodio della vita del favorito Dong Xian, del I secolo d.C., è tratto il titolo di questa antologia di racconti d'amore cinesi. Cinquanta racconti per ventidue secoli di storia, dal V secolo a.C. al XIX, e le atmosfere e gli ambienti sono protagonisti altrettanto delle vicende: la Cina antica delle corti, delle leggende popolari, delle mitologie di dei e spiriti. 

Questo Mandala e' nato dopo il mio viaggio in Cina. Se ti piace coloralo come vuoi e lascia che ti ispiri per un tuo prossimo viaggio.

Se vuoi un aiuto per creare il tuo viaggio puoi contattarmi