www.mandalaraccontidiviaggio.com

Viaggi nell’anima e nel mondo

L'anno della morte di Ricardo Reis

di José Saramago e altri

Maggiori informazioni

Nel 1936, mentre all’orizzonte si preannuncia la seconda guerra mondiale, scoppia quella di Spagna. Nello stesso anno muore Ricardo Reis, solo un anno dopo la scomparsa del suo inventore, Fernando Pessoa. Reis è infatti uno dei tanti eteronimi di Pessoa, che ne aveva immaginato l’ideale biografia (nato a Porto nel 1887, educato dai gesuiti, medico, espatriato per ragioni politiche in Brasile nel 1919) e gli aveva attribuito come poeta classicistiche odi oraziane, ma non gli aveva dato carne e sentimenti. Cosa che invece gli dà Saramago, che lo fa tornare in patria in occasione della morte del suo creatore, gli fa aprire uno studio medico a Lisbona, gli fa vivere una vera vita, sociale, sessuale e affettiva. E prima di morire – nel fatidico anno che è il vero protagonista del romanzo – lo fa essere testimone di eventi tragici, filtro attraverso cui rileggere la storia del Portogallo salazarista, allineato a fascisti, nazisti e falangisti in tutt’Europa.

Treno di notte per Lisbona è un film del 2013 diretto da Bille August e con protagonisti Jeremy Irons, Mélanie Laurent, Jack Huston, Martina Gedeck, Bruno Ganz e Christopher Lee.

Voleva veramente buttarsi dal ponte la donna trattenuta una mattina da Raimund Gregorius, insegnante svizzero di latino, greco ed ebraico? Gregorius non sa nulla della donna se non che era portoghese. La mattina dopo, complice la scoperta in una libreria antiquaria del libro di un enigmatico scrittore lusitano, Amadeu Ignazio De Almeida Prado, il professore prende un treno diretto a Lisbona, dove spera di rintracciare l'autore.

Da questo momento decolla una vicenda che costringerà Gregorius a confrontarsi con le contraddizioni degli affetti e gli orrori della Storia in un modo che mai avrebbe potuto immaginare nella sua rassicurante Berna. Il risultato è un "giallo dell'anima" in cui investigazione di un enigma irrisolto e introspezione interiore si intrecciano con risultati sorprendenti.

Sostiene Pereira è un film del 1995 diretto da Roberto Faenza e tratto dall'omonimo romanzo di Antonio Tabucchi, l'ultimo di produzione italiana con Marcello Mastroianni.
Lisbona, 1938: il dottor Pereira, dopo trent'anni di cronaca, dirige la pagina letteraria del quotidiano indipendente "Lisboa"; in Spagna c'è guerra civile e in Portogallo i fascisti sono al potere, ma Pereira si limita ad occuparsi di letteratura, ignorando quel che succede attorno a lui. Un giorno, però assume il giovane Monteiro Rossi, un giovane idealista, fidanzato con una comunista che si oppone al regime.

Hannah e le sue sorelle è un film del 1986 scritto, diretto e interpretato da Woody Allen.

È stato presentato fuori concorso al 39º Festival di Cannes.

Il cast del film comprende numerose stelle di Hollywood oltre ad Allen: Michael Caine, Carrie Fisher, Maureen O'Sullivan, Lloyd Nolan, Max von Sydow e Julie Kavner. Daniel Stern, Richard Jenkins, Lewis Black, Joanna Gleason, John Turturro e Julia Louis-Dreyfus recitano tutti in ruoli minori, come anche Tony Roberts e Sam Waterston, che fanno delle apparizioni non accreditate. Molti dei bambini della Farrow, compresa Soon-Yi Previn, hanno delle particine durante la scena della festa del Giorno del Ringraziamento.

Il film è uno dei più grandi successi al botteghino di Allen.

Hannah, figlia maggiore di genitori che lavorano nel mondo dello spettacolo e sposa devota, madre amorevole e attrice di successo. Oltre ad essere la spina dorsale emotiva dell'intera famiglia, Hannah rappresenta l'unico vero sostegno per Lee e Holly, sue sorelle senza aspirazioni, quasi risentite di aver maturato per lei un'autentica dipendenza.

Love Story è un film drammatico del 1970 diretto da Arthur Hiller.
Il film, che fu un cult movie degli anni settanta, fu il maggior successo della Paramount Pictures fino a quel momento. Ricevette 7 nomination (tra cui Miglior Film) e vinse un Oscar per la musica di Francis Lai. Durante le riprese del film Erich Segal scrisse in contemporanea il best seller tratto dalla sua stessa sceneggiatura.
Oliver, studente di legge ad Harvard di famiglia ricca, incontra la studentessa di musica Jennifer Cavilleri e tra loro scatta la scintilla. La scelta di sposare Jennifer, però, causa la rottura tra il giovane e il padre tirannico, una rottura la la ragazza tenta invano di sanare.

Colazione da Tiffany è un film del 1961 diretto da Blake Edwards, con Audrey Hepburn e George Peppard, tratto dall'omonimo romanzo del 1958 di Truman Capote.

La prima sequenza di Colazione da Tiffany si apre con la dolce melodia di Moon River, che accompagna l'immagine della Quinta Strada di New York, deserta nelle prime ore del mattino. Un taxi giallo si ferma ed esce una ragazza. Con piccoli passi si avvicina alla vetrina della gioielleria Tiffany, tenendo tra le mani un sacchetto dal quale estrae una brioche ed un bicchiere di caffè. E' così che fa colazione: indossa un suntuoso abito, una collana vistosa e porta un diadema tra i capelli; i grandi occhiali da sole nascondono appena un'aria dolcemente malinconica e sognante.

Provaci ancora,Sam è un film del 1972 diretto da Herbert Ross, tratto dall'omonima opera teatrale di Woody Allen. La sceneggiatura e la realizzazione cinematografica coincidono con il plot dell'opera teatrale.
Sam, critico cinematografico appassionato di Bogart, è abbandonato dalla moglie. Una coppia di amici lo vorrebbe aiutare a uscire dalla crisi, ma Sam è complessato e imbranato. Seguendo i consigli del fantasma di Bogart tenta di conquistare l'unica donna che gli sta veramente a cuore.

Manhattan è un film del 1979 scritto, diretto e interpretato da Woody Allen.
Presentato fuori concorso al 32º Festival di Cannes, è stato inserito dall'American Film Institute al quarantaseiesimo posto nell'AFI's 100 Years... 100 Laughs del 2000. Nel 2001 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.
Isaac è appena uscito da un divorzio penoso: la moglie, che ha scoperto di essere lesbica e lo ha lasciato per una donna, sta anche scrivendo un libro in cui rivela particolari imparazzanti della relazione con l'ex marito. Lui si consola uscendo con una deliziosa diciassettenne, almeno fino a che non scopre di essersi innamorato dell'amante del suo migliore amico.

Il mio nome è Corto, Corto Maltese. Sono nato a Malta, il 10 luglio del 1887, almeno così mi dicono. Della mia prima infanzia ricordo una bandiera piena di croci e una barba rossa, quella di mio padre. Mia madre? Una gitana di Siviglia...

La data dell'11 settembre è scolpita nella memoria collettiva come uno spartiacque tra un prima e un dopo segnato dalla paura degli attentati terroristici…sembra che non ci si pensi ma quando ho incontrato per strada i pompieri di New York tutto questo è tornato velocemente alla mente: i morti alle Torri Gemelle avrebbero potuto essere molti di più se l'intervento...

Credo che sia per tutti così… New York è nel nostro immaginario soprattutto per Manhattan e Central Park grazie agli innumerevoli film che hanno contribuito a costruire questa immagine multistrato nella nostra anima. Per me tutto questo ha il copyright di Woody Allen di cui ho amato tutte le opere e quindi non potevo che...

Quando ho aperto l’email di Agora Gallery di New York che mi invitava ad esporre i miei Mandala ho pensato, ovviamente, ad uno scherzo e solo per caso non l’ho buttata nel cestino… dopo qualche giorno mi è tornata ancora sotto gli occhi e ho deciso, quasi per gioco, di andare a vedere se questa galleria esisteva davvero.

Quando sono arrivata a New York è stato inevitabile camminare a testa in su per poter ammirare quell’infinità di grattacieli che sembrano paletti infissi nel terreno a tenere ferma la città per non farla portar via dal fiume Hudson.
La più grande città degli Stati Uniti, è la patria di 5.818 grattacieli, 92 dei quali sono...

Non so per quali strane vie del destino a 18 anni ho assistito in un teatro a un concerto di Amalia Rodriguez ma mi è tornato, improvvisamente, in mente passando davanti al Museo del Fado, che ho visitato, e il ricordo mi ha spinta ad andare ad ascoltarlo nuovamente dal vivo. Non sopporto i locali tipici per definizione e quindi...

Tanti anni fa ho visto il film Sostiene Pereira, con uno strepitoso Marcello Mastroianni, ambientato a Lisbona nel 1938 e mi sono innamorata perdutamente di questa città così mi sono letta Lisbona - Quello che il turista deve vedere e mi sono innamorata anche dello scrittore Pessoa così ho letto anche L’anno della morte di Ricardo Reis che...

Questa Mandala e' nato dopo il mio viaggio in Praga. Se ti piace coloralo come vuoi e lascia che ti ispiri per un tuo prossimo viaggio.

Se vuoi un aiuto per creare il tuo viaggio puoi contattarmi

Questo Mandala e' nato dopo il mio viaggio a New York. Se ti piace coloralo come vuoi e lascia che ti ispiri per un tuo prossimo viaggio.

Se vuoi un aiuto per creare il tuo viaggio puoi contattarmi

Questo Mandala e' nato dopo il mio viaggio di Lisbona. Se ti piace coloralo come vuoi e lascia che ti ispiri per un tuo prossimo viaggio.

Se vuoi un aiuto per creare il tuo viaggio puoi contattarmi

Arrivo alla Torre di Belem via acqua, con una piacevolissima crociera sul fiume Tago che parte dalla centralissima Praca do Comercio e giunge fino a qui, sulla sponda nord. Inizialmente la torre sorgeva a guardia della città su una piccola isola rocciosa del fiume a 200 metri dalla sponda di fronte alla spiaggia di Restelo, ma col tempo questo tratto

Passeggiando per la città è stato impossibile non essere sedotta dalle piastrelle di ceramica smaltata e decorata che ricoprono numerose abitazioni e monumenti della città: sono le Azulejos! Di derivazione moresca, nacquero intorno al 15º secolo per opera dei vasai che ritagliavano l’argilla in quadrati per usarla più facilmente e poi la dipingevano con i colori vivaci propri di Lisbona...